ECCO IL REGALO CHE TI AVEVO PROMESSO!

Ciao #Wallstreeter, come promesso, prima di partire per un paio di settimane negli Stati Uniti (direzione S.Francisco) voglio lasciarti un piccolo regalo, in modo che fino al mio ritorno tu possa avere qualcosa (insieme al report di agosto, solo se sei iscritto al nostro chatbot, che uscirà sabato, per farlo basta mandare un messaggio in privato con scritto “start” sulla nostra Pagina Facebook) da poter consultare e per migliorare sempre di più la tua preparazione come investitore.

Di che regalo parliamo?

Parliamo di un file excel, dove troverai i rendimenti (ed i relativi rischi) delle principali asset class a livello mondiale dal 2000 ad oggi.

Come sempre prima di metterlo a disposizione ci sono alcuni punti che vorrei chiarire con te, affinchè il regalo sia più efficace ed utile per te.

  1. Dico sempre che i rendimenti futuri non si possono prevedere sulla base dei dati storici, infatti il punto più importante che a mio avviso riguarda questo file, è capire (negli anni peggiori) quanto hanno perso le diverse asset class (azionario, obbligazionario, materie prime ecc). Questo perchè ritengo sia un’ottima fotografia (a tal proposito guarda anche in basso la colonna “volatilità”) per capire (e questa volta si che guardiamo i dati storici) quanta “perdita” puoi aspettarti in un singolo anno sui diversi investimenti.
  2. Guardando i rendimenti anno per anno, puoi renderti conto del PERCHE’ dico sempre che per un investitore consapevole, il breve periodo (1 anno per capirci) è deleterio, perchè i rendimenti sono di anno in anno così diversi tra loro che se dovessi per sbaglio entrare nel momento sbagliato (ragionando appunto in ottica di breve) sarebbe praticamente un suicidio annunciato
  3. Sottolineo sempre che non conta prima il rendimento, ma prima il rischio. Bene, con la volatilità riportata nel file per ogni asset class potrai anche farti un’idea di cosa vuol dire avere un certo tipo di investimento in portafoglio piuttosto che un altro
  4. interessante immaginare un portafoglio composto di tutte le asset class riportate e rendersi conto di come “hanno interagito tra di loro” nei diversi periodi difficili di mercato (bolla internet, crisi immobiliare, fine 2018 dove praticamente quasi tutte le asset class sono decisamente calate)
  5. Per il 2019 i rendimenti sono gli ultimi disponibili, mentre abbiamo fissato come rendimento risk-free i rendimenti dei titoli di Stato USA a breve termine trattandosi di asset class a livello globale

Quindi il tuo regalo? PUOI SCARICARLO A QUESTO LINK!

Resto come sempre a disposizione per dubbi o domande a riguardo e ti dò appuntamento in America, dove sicuramente avrò modo di girare qualche piccolo video.

Alla prossima!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.