Equity Crowdfunding: oltre 15 milioni raccolti

Se ne parla fortunatamente sempre di più ed il successo che sta riscuotendo ne è una sonante prova. Ci riferiamoo dell’equity crowdfunding che ha permesso di raccogliere negli ultimi due anni oltre 16 milioni di euro considerando la sola Italia. Il dato ancor più interessante da registrare è che di questi 16 milioni ben 3 sono stati raccolti in questi primi mesi del 2018, ciò a certificare come questo sviluppo sia sempre più rapido e coinvolgente.

L’obiettivo di queste iniziative è quello di far approdare finanziamenti e capitali alle imprese in cambio di una quota di partecipazione societaria.

Per far questo le società si rivolgono a delle piattaforme vigilate ed autorizzate dalla CONSOB a svolgere ed esercitare questa attività. Il compito delle piattaforme è quello di mettere in contatto due tipologie di utenti: da un lato i soggetti che detengono capitale da investire e dall’altro le società interessate a ricevere finanziamenti. Risultano allo stesso tempo essere una vetrina per le società nella quale poter spiegare i propri risultati, gli obiettivi presenti e futuri e le strategie di business per raggiungerli.

 

La sottoscrizione può essere effettuata da chiunque e partendo anche da cifre minime quali ad esempio i 250 euro di  Crowdfundme.

Una volta raggiunto l’obiettivo minimo raccolta la campagna viene chiusa con successo e gli investitori diventano così soci.
L’investimento offre la possibilità finanziatore di sostenere un progetto in cui crede, di accedere al capitale della società non quotata con lo scopo magari di dividerne gli utili futuri o, in altro caso, di partecipare al capital gain derivante dalla vendita della società stessa.

Da segnalare inoltre che nel caso la società finanziata sia una startup o una pmi innovativa l’investitore, sia esso persona fisica o persona giuridica, può beneficiare di detrazione/deduzione fino al 30% dell’investimento effettuato.

L’equity crowdfunding risulta essere un’opportunità per esporre idee aziendali e farle valutare al potenziale investitore nonchè uno strumento di marketing per aumentare brand awareness ed esposizione mediatica.